Vita e opere di Frédéric Chopin

“Il mio pensiero sulla musica di Frédéric Chopin”

Anno 1964: Età 12 Anni

Chopin: un nome che è diventato leggendario, così come la sua vita e la sua musica. Amò tanto la sua patria e la musica che turbinava in innumerevoli note nelle sue vene e nella sua fantasia. Ecco, note sbarazzine e quasi incomprensibili, ecco un melanconico stillicidio di nuove note, quasi grondanti da una fontana.

Ecco un succedersi di nuovi toni, che vogliono soltanto esprimere i sentimenti del suo animo. Amò tanto al sua patria, l’amò quasi da morire. E per essa compose. Emerge, la tristissima “Rivoluzionaria” che rievoca gli episodi della guerra, le urla, i pienti di madri angosciate, di bimbi orfani, di feriti. Tutto è triste e rimbomba sotto il ritornare dei cannoni, sotto il cupo cielo, ogni tanto rosseggiante di bagliori infocati.

Ed ecco i valzer tristi ed allegri che Chopin sempre musicò nelle belle serate con gli amici. Il suo amore per la natura quasi sempre emerge nelle sue bellissime composizioni. Composizioni brillanti, tristemente dolci, pacate, esprimenti grandi sentimenti dell’animo. E’ morto Chopin, ma la sua musica ricadente in gocciole da ridenti fontane, vive e vivrà immortale nel pensiero umano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...