La Finlandia di Jean Sibelius

Anno 1964 – Età 12 anni

Il bellissimo poema sinfonico inizia con la musica tonante ed alternata e tutte le note sembrano uscire da un boccio enorme che si apre con voci potenti e grandissime. Ecco la musica che cambia: la si sente dolcissima e melodiosa, sembra quasi definire la calma solenne dei laghi innumerevoli, sui quali sovrastano rimbombanti e lente le ombre del crepuscolo. Tutto è drammatico in questo momento, quanto l’ansia ci balza nel petto: sembra la stessa ansia di quando s’era bimbi, quando l’orco ci impauriva.

Ecco una musica vivace, alta e meravigliosa, ecco un infrangersi di vetri rotti nella musica, è il ghiaccio dei laghi che si spacca per accogliere il raggio di sole. Le catene della servitù e della tirannide con sforzo si son rotte, terminata è la guerra; la musica ha note meravigliosa e tonanti. Sembra che Sibelius abbia voluto raccogliere in questa grande musica le bellezze della sua patria, la sfortunata storia della sua amata terra: la Finlandia. Ecco come incanto, la musica è ridivenuta dolcissima e romantica. E’ una grande pace, quasi ultraterrna. E’ la pace che regna nelle foreste di conifere. i raggi del tiepido sole, filtrano a scoprire gli antri segreti del bosco.

Ed ecco le nubi, basse che preannunciano la pioggia, la tempesta che infine soffierà in un trionfo di musiche potenti e di diversi toni, metalliche, solenni. Così termina il bellissimo poema sinfonico di Jean Sibelius che quasi vorrebbe esprimere la storia della Finlandia, dapprima in lotta, alla quale subentra la pace, nuovamente sotto il grigio nemico e finalmente la sospirata liberazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...